PROGETTO “NESSUNO RESTA INDIETRO”

Data:

giovedì, 08 luglio 2021

Argomenti
Notizia
success-4168407__340.jpg

Durante l’inverno è proseguita sessantina di bambini degli Istituti Comprensivi F. Sacco e A.  Paglieri di Fossano hanno partecipato al progetto sperimentale “Nessuno resta indietro” condotto dall’Università degli Studi di Torino e dal Politecnico. L’iniziativa è nata dall’esigenza di fornire un recupero ai bambini della scuola primaria che durante i mesi del lockdown hanno faticato a seguire la Didattica A Distanza (D.A.D.).

Sono stati formati circa 60 studenti del Corso di Laurea di Scienze della Formazione su metodologie innovative mirate al recupero cognitivo e al potenziamento per i bambini della scuola primaria.

Gli alunni delle scuole fossanesi, per i quali era consigliato un recupero, sono stati suddivisi in gruppi di tre quattro bambini ciascuno con due tirocinanti. Per due ore al  giorno, per due o tre giorni a settimana da febbraio ad aprile i pazienti scolari sono stati stimolati in attività di potenziamento cognitivo. Il risultato finale è stato sorprendente ed ha influito sui risultati di fine anno scolastico

L’impegno anche in questa fase come per l’estate senza dubbio è stato grande. In primis la gestione dell'Università di Torino condotta dalla prof.ssa Paola Ricchiardi; in secondo la paziente disponibilità dei Dirigenti Scolastici ( dott.ssa Serena Balatresi per entrambi gli Istituti), delle Referenti del Progetto (Panero Barbara per il Paglieri e Claudia Costamagna per il Sacco) e da tutte le insegnanti della scuola primaria di entrambi gli istituti delle classi coinvolte. Un apprezzamento particolare alle studentesse che, senza alcun ricavo economico, si sono messe in gioco e hanno “accompagnato” seppur a distanza circa due volte a settimana gli alunni. Un riconoscimento alle famiglie, che hanno riscoperto la presenza di una scuola di comunità dimostrato costanza e coerenza nell’accompagnare, anche solo accendendo il pc, e sostenendo a distanza la scuola.

D’ora in poi servirà una riflessione profonda. Saranno sempre più necessari questi momenti di sostegno, si auspicherebbe in presenza. Ci piacerebbe altresì che l'iniziativa venisse sostenuta dagli enti locali, perché sappiamo che i futuri cittadini consapevoli si devono formare ora.

 

Istituto Comprensivo “A. Paglieri”

Istituto Comprensivo “F. Sacco”

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi.

Dettagli dei cookies